Seleziona una pagina
Fabio: 5- 6 Dicembre , S. Nicolò.

Fabio: 5- 6 Dicembre , S. Nicolò.

5- 6 Dicembre , S. Nicolò.

Mese delle festività, gioia dei bambini.

Ma anche il mese in cui si ripercorrono i ricordi.

A Trieste si festeggia S. Nicolò , la notte più bella per i bambini.

La notte tra il 5 e il 6 dicembre è una notte di attesa e trepidazione per tutti i bambini di Trieste: si aspetta, infatti, l’arrivo di San Nicolò.

 

I bambini avranno già scritto nei giorni precedenti la letterina con la quale esprimevano al Santo le loro richieste per i giochi più desiderati promettendo di essere più buoni e bravi….

 

Lungo le strade le vetrine sono piene di giocattoli, libri, dolci e splendono gli addobbi… Tutti aspettano San Nicolò che distribuirà ai bambini più buoni tanti dolci e giocattoli, mentre ai più birichini porterà solo del carbone…!

 

Ma dove nasce la tradizione di San Nicolò?

San Nicolò deriva da San Nicola, vescovo di Mira, nato a Patara nella Lisia (Asia Minore) e morto nell’anno 350.

 

San Nicola, si narra, venne a sapere che tre povere bambine della sua città, sarebbero state vendute come schiave, perché la famiglia non poteva assegnare loro una dote con la quale, divenute grandi, si sarebbero potute sposare.

 

Allora il vescovo andò solo nella notte, fino alla casa delle povere bambine, e posò sulla finestra tre sacchetti pieni d’oro.

 

Ricordi che affiorano, i regali , comprati prima e nascosti nelle cantine, negli angoli meno accessibili ai bambini.

Io  ero presidente di un dopolavoro e facevamo i regali per tutti i figli dei dipendenti della nostra azienda.

Un paio di mesi prima, io con altri colleghi , andavamo in una nota azienda che costruiva giocattoli in provincia di Treviso.

Che meraviglia, come mi piaceva girare tra gli scafali dei giocattoli.

Il bambino che è in me , godeva in quel paese dei balocchi.

Wow, giochi in scatola, gatti elettronici che si muovevano al battito delle mani, orsetti che parlavano, flipper, calcetti, i primi computer per bambini, ecc.

Sceglievamo i giocattoli in base all’età dei bambini e approfittavamo dell’occasione per comprare le novità anche per i nostri figli.

Io avevo 2 magnifiche bambine, ormai sono donne , sposate e felici ( almeno lo spero) le nostre strade si sono divise a seguito delle mie scelte di vita, dolorose ma necessarie per la mia crescita individuale.

Di questo te ne parlerò a tempo debito.

Ricordo che la sera, messe a letto le due bambine, correvo a casa di mia mamma, dove avevo nascosto i regali, rientravo a casa e fino alle 2 di notte montavo tutti i giochi. Li preparavo per far emozionare le mie bambine alla mattina, al loro risveglio.

Il lavoro più complicato fu costruire la casa della Barbie con l’ascensore, era anche alta.

Poi mettevo tutto disposto nel salone e alle 3 andavo a coricarmi.

La mattina , io prendevo 2 ore di permesso al lavoro, per niente al mondo mi sarei perso il piacere di vedere gli occhi delle mie bambine che stupite e meravigliate giravano tra un giocattolo e un altro.

E si, erano la cosa più importante per me, e, anche se sono lontane e non abbiamo contatti, per me niente è cambiato. L’amore che provo per loro va ben oltre le delusioni e le umiliazioni che come padre ho provato.

Cmq il tempo medica e grazie al percorso che ho fatto e di cui ti farò partecipe, ho guarito quelle ferite , ora vivo felice la mia seconda vita. Senza rimpianti e senza farmi quella caterva di seghe mentali che mi facevo nel mio passato .

Ma torniamo al S.Nicolò,

 la mattina le svegliavo con la musica natalizia, ricordo che una tenda divideva la zona notte dall’altra parte della casa, due visetti assonnati comparivano e stropicciandosi gli occhi guardavano stupite quel ben di Dio, noi le filmavamo e gioivamo per loro.

Che bei ricordi.

Vedi, se riesci a rivivere scene piacevoli del passato e sentire di nuovo le piacevoli sensazioni che hai provato in quel momento puoi riviverle nel qui e ora.

Le tecniche che ho studiato e che insegno dicono che far rivivere emozioni gratificanti del passato al nostro cervello, creano sinapsi nuove, e ripetendo questo esercizio riprogrammiamo la nostra mente.

Certo, è un lavoro che richiede costanza e volontà, non sempre riuscirai e molte volte rinuncerai,ti capisco benissimo, anch’io all’inizio ero come un elastico, un po’ andavo avanti e poi ritornavo indietro ma se seguirai la mia pagina e metterai a frutto le mie esperienze

Anche tu, come me, uscirai dal ripercorrere i ricordi negativi del tuo passato e inizierai a ricostruire il tuo futuro.

Partendo da piccole strategie che ti daranno in mano

 “ Il Potere Di Cambiare La Tua Vita”

Ti do appuntamento al prossimo articolo.

Se ti è piaciuto,interessato o semplicemente incuriosito

Metti il Like su questa pagina.

Dimmi pure cosa vorresti che io spieghi, per il tuo successo …

Scrivi qua sotto il tuo commento

Ti ringrazio

Io ti risponderò

Un abbraccio!

\o/ Fabio

CHI SONO

Sono Fabio Michieli, Business Coach Emozionale ,operatore olistisico e ricercatore di tecniche di “Libertà Emozionale”. Lavoro a Mandello del Lario ( Lecco) in uno studio di Naturopatia con la mia collega e compagna Simona Siviero. Teniamo conferenze e corsi per introdurre il maggior numero di persone alle nostre conoscenze. Offro la possibilità di liberarsi da tutte le “Seghe Mentali” che limitano la crescita personale e il raggiungimento dei propri obiettivi.

Come la Pallina del Flipper

Come la Pallina del Flipper

Come la Pallina del Flipper

Sbattuto di qui e do là come una

pallina del flipper impazzita.

Questa mattina mi sono svegliato alle 5.00 con un pensiero in testa.

Trovare il giusto obiettivo dove andare.

Ti sei mai sentito sballottato di qua e di là, risvegliandoti sudato e non sapere il perché?

Pensieri nella mente che creano un grande caos.

Dicono che tutto è nato dal caos, quindi non devi preoccuparti,

ma chissà perché , tra miliardi di persone questo casino in testa deve capitare proprio a te!

Ti capisco benissimo, quante volte mi sono sentito proprio così.

Nel mio lettone analizzo la situazione.

Sono in piena fase di cambiamento,

ricordo che l’altra sera ho ascoltato un webinar della mia insegnante di Naturopatia , Katia Trevisani,

diceva  “ Guarda, Osserva e Taci” .

Quante volte per lasciarsi guidare dall’istinto reagiamo di botto a una frase,

una situazione, una telefonata facendo danni e lasciandoci dietro una marea di ferite e cocci.

Magari, ripensandoci, ci vengono anche un sacco di sensi di colpa.

Le famigerate “Seghe Mentali” .

Te le sei mai fatte?

Io in quantità industriale!

Volevo fare qualcosa e la mente andava, ricordo anche le elucubrazioni che iniziavano nella mia mente ;

Adesso vado da … gli dico … e tutto si risolve!

Ma forse adesso non è proprio il momento giusto, meglio che passi dopo …

E se glielo dico e si arrabbia …

Sarà giusto che glielo dica?

E così via …

Quanti episodi e situazioni rivivono nella mia mente.

Ero un ragazzo di 16 anni e lavoravo in un famoso e negozio di calzature a Trieste.

Mollata la scuola perché non credevo nell’insegnamento.

Pensa , un anno ho studiato come un matto e mi hanno segato dicendo che ero troppo piccolo e quindi era meglio farmi ripetere l’anno.

Per bocciarmi avevano modificato la matematica.

In fisica in orale avevo 8 e in scritto 4, la somma fa 12 e diviso 2 darebbe 6, in pagella mi ritrovo il 4 …

incazzato come una bestia, ripeto l’anno e senza studiare niente passo con la media del 7.

A quel punto dico ai miei genitori che la scuola non mi va e che voglio andare a lavorare.

Guerra in casa e vengo quasi obbligato a proseguire gli studi.

Sai i miei volevano che avessi un’istruzione superiore alla loro, li capisco, adesso. Quella volta no!

Vado a scuola per proforma, assenze infinite,

pensa che facevo lavoretti mentre mia mamma pensava fossi a scuola.

Altri tempi. Adesso non sarebbe possibile.

A fine anno la sentenza voluta.

In luglio inizio a lavorare e questa è stata la mia fortuna.

Iniziando così presto sono riuscito ad andare in pensione anticipatamente.

Ora la pensione ve la sognate. Ma di questo ne parleremo in futuro.

Ritornando a bomba, ero un bravo calciatore, terzino destro nelle giovanili di una squadra di promozione.

Tutto bene finché ero a scuola, agli allenamenti andavo senza problemi.

Il mondo del lavoro era differente e poi non volevo deludere i miei genitori.

Per poter fare gli allenamenti avrei dovuto chiedere al direttore del negozio un permesso,

ma non ho avuto il coraggio di chiederglielo.

Paura di chiedere per non avere risposte negative.

Sai che è stato il leitmotiv della mia vita?

Quante volte si è ripresentata.

Anche su questo mi riprometto di fare un post.

Trovare il giusto obiettivo …

La PNL, sai cos’è?

Programmazione Neuro Linguistica, quello che non ho studiato da ragazzo lo faccio adesso.

Scuola di Coach.

Tutto per la mia crescita personale.

Il nome della mia fanpage è “michieli4everyoung”,

in questa pagina voglio dare consigli, contenuti interessanti e sperimentati da me .

Tecniche che mi hanno permesso di fare il salto di qualità.

Riuscire ad avere la possibilità di arrivare a superare i 100 anni in salute e benessere.

Bello vero?

Lo so che prima ti ho parlato del webinar della mia insegnante di Naturopatia e ne farò un post.

Ora voglio arrivare all’argomento del titolo.

Questa mattina mi viene in mente che ho tantissimi programmi aperti.

Corsi per arrivare all’indipendenza economica attraverso l’uso di internet e social.

Ogni novità che mi arriva nella mia email la prendo.

Morale della favola, ho un corso per scrivere un libro, uno per creare un blog, uno per conoscere i funnel di vendita, uno per gestire i temi di wordpress, uno per usare nella maniera giusta facebook , corsi di crescita personale, e corsi di ogni genere. Mi sembra che la mia mente somigli alla pallina del flipper, lo conosci?

I corsi sono tutti quegli elementi che quando la pallina li tocca suonano.

Impazzita sbatte di qua e di là e non entra mai nel foro centrale dove si guadagnano i punti.

Ora , dico, va bene istruirsi e studiare ma alla fine bisogna tirare le somme e cominciare a realizzare qualcosa.

Di materiale ne ho tanto, insegnante di tecniche energetiche di vario tipo, massaggiatore, operatore Reiki.

Insieme con la mia compagna ho aperto uno studio di Naturopatia e aiuto le persone a raggiungere uno stato di benessere ottimale.

Ho in mente di fare dei post su tutto quello che facciamo.

Allora , al mio risveglio ho deciso, da questo momento inizio a chiudere i cerchi aperti.

Uno dopo l’altro.  Se ritorno al flipper, mi ricordo che ero io a gestire il gioco, a costo di mandarlo in tilt.

Certo che con tutta l’attività che faccio tengo la mente attiva e quindi giovane.

Mi focalizzo su obiettivi brevi e facilmente realizzabili, uso tutte le mie risorse per raggiungerli con il minor dispendio di energia e con il massimo profitto.

Questa mattina ho visto davanti a me il bersaglio usato per il tiro con l’arco.

Mi sono ricordato che la prima volta le frecce andavano da tutte le parti meno che nel bersaglio.

Cosa facevo allora, mentre tendevo la corda mi concentravo sul bersaglio, lo miravo e , dopo un bel respiro , immaginavo il punto dove la freccia si sarebbe dovuta infilzare.

Scoccavo la freccia che andava dove avevo immaginato.

Quindi è questo che ti voglio dire.

Se hai un obiettivo e tante informazioni inizia ad analizzarle.

Crea un percorso da dove sei a dove vuoi arrivare.

Analizza di che risorse hai bisogno per raggiungerlo e come devi fare per acquisire quelle che ti mancano.

Dividi il tuo percorso in step intermedi e valutali bene.

Dai una data di inizio e una di fine, per non procrastinare all’infinito il tuo progetto.

Scrivi su un diario le date intermedie e la finale e analizza capillarmente il tuo percorso.

Fai che il risultato sia facilmente realizzabile nel tempo che hai deciso, festeggia ogni piccolo step che raggiungi come fosse una vittoria.

Impegnati a non mollare mai, annulla , o almeno rendi meno frequenti i vampiri energetici :

computer, facebook, whatsapp, playstation ecc.

Rispetta i tempi che hai scritto nella tua pianificazione.

E alla fine goditi il piacere di esserci riuscito

Buon Viaggio.

Ps.

Avrei piacere di avere i tuoi commenti qua sotto,

fammi sapere cosa ne pensi e cosa vorresti fosse trattato in questo blog.

La mia fanpage vuole essere un piccolo bar, dove davanti a un caffè o a quello che più ti piace, parliamo dei nostri problemi e insieme vediamo di raggiungere delle soluzioni.

“Eravavo 2 amici al bar”

Grazie

\O/  Fabio

CHI SONO

Sono Fabio Michieli, Business Coach Emozionale ,operatore olistisico e ricercatore di tecniche di “Libertà Emozionale”. Lavoro a Mandello del Lario ( Lecco) in uno studio di Naturopatia con la mia collega e compagna Simona Siviero. Teniamo conferenze e corsi per introdurre il maggior numero di persone alle nostre conoscenze. Offro la possibilità di liberarsi da tutte le “Seghe Mentali” che limitano la crescita personale e il raggiungimento dei propri obiettivi.

Come sentirsi fighi e felici a 60anni

Come sentirsi fighi e felici a 60anni

Come sentirsi fighi e Felici a 60anni

L’età e la salute sono l’essenza del benessere.

L’età è solo un numero, se segui i semplici consigli che ti darò , saprai come sviluppare un sano stile di vita . Mangiare bene, fare attività fisica e inserire piccoli cambiamenti allo stile di vita . Essere occupati non è una scusa valida per non essere in forma oggi, purché non si abbia una malattia debilitante, non esiste motivo per non superare i 90 anni continuando a prendere treni e autobus, guidare l’auto e fare passeggiate. Quindi com’è possibile che conosciamo gente che porta male gli anni , mentre altri sembrano non invecchiare mai? Per la maggior parte di noi l’invecchiamento inizia poco prima dei 30 anni. Dopo il picco della giovinezza, tutti dobbiamo affrontare un graduale declino fisico. Anche gli sportivi iniziano ad invecchiare presto con la riduzione del 1% all’anno del massimo del loro battito cardiaco. La verità è che la maggior parte dei limiti degli anziani non sono causati dalla vecchiaia, ma dal modo in cui la gente vive mentre invecchia. La buona notizia è che, con piccoli cambiamenti del tuo stile di vita, puoi ridurre quei limiti e permetterti di sfidare gli anni rimanendo sano e attivo oltre i 60 anni. Medici affermano: “Adesso sappiamo che molti problemi che credevamo causati dall’invecchiamento, sono invece, come dettagliate ricerche hanno dimostrato, causati dal non essere in forma, da malattie evitabili e dalla perdita dell’autostima.” Recentemente un mio amico mi ha chiesto come mi sentivo a 62 anni. Gli ho risposto: “ 62 anni? Mi sembra di averne molti di meno, riesco ancora a far mangiare polvere a più di qualche 40 enne !”

L’ETÀ E’ SOLO UN NUMERO

Cerca di non credere agli altri quando ti dicono: ”Sei vecchio”. “Quanto ti senti vecchio”? Rifletti su cosa significa, perché l’effetto psicologico e’ molto importante dopo un compleanno come i 62 anni. Alcune persone si chiudono in se e rinunciano a vivere. Diventano più lenti, più cauti, meno interessati al mondo che li circonda. Parlano continuamente del passato, rimpiangendo i bei vecchi tempi, e hanno paura del futuro. Sono spesso negativi e pessimisti verso la vita e quest’attitudine li può portare alla depressione. Questo accade perché troppe persone si lasciano influenzare dal modo negativo in cui è percepita la vecchiaia. Per alcuni i problemi iniziano quando vanno in pensione. Quando il loro ruolo sociale scompare, sembra che il mondo li definisca solo come “anziani”. Credendo di assomigliare allo stereotipo della “persona anziana”, inconsciamente divengono lenti, non avventurosi e non autonomi. Questo e’ sbagliato per 2 motivi: Primo, le persone anziane  sono considerate lente, poco avventurose e dipendenti, ma è vero l’esatto contrario Secondo, negli anziani esistono più differenze che similitudini. E’ triste che l’aspettativa, l’attitudine e il pregiudizio degli altri influenza in modo determinante l’anziano. E’ molto importante che tu sia consapevole di questa trappola. Quando avevi 43 anni, per esempio, non avevi idea di come fosse una persona di quell’età’. E’ importante cominciare a pensare più positivamente all’invecchiamento. Invece di pensare che hai 40, 50 o 60 anni, con tutti i preconcetti che tu e gli altri avete di quest’età, prova ad immaginare di avere 43 anni, o qualsiasi altra età per la quale non vi sono questi presupposti. Queste frasi ti possono aiutare a capire che l’età è solo un numero. Non sei così diverso dalla persona che eri quando avevi 43 anni . Non mi interessa quello che la gente pensa dell’invecchiamento: molto di quello che credono è sbagliato. La vita mi ha insegnato molto – Sono quello che sono – con le mie forze e le mie debolezze.

LE TRE REGOLE D’ORO Indipendentemente da quanti anni hai, non è mai troppo tardi per riacquistare energia, forza, flessibilità e l’aspetto che avevi da giovane. Ecco i tre punti cruciali per avere una vecchiaia relativamente senza problemi e indipendente:

  • Essere in forma – anche se hai uno o più acciacchi
  • Riduci il tuo rischio di ammalarti
  • Avere un’attitudine positiva verso la vita

Questi obiettivi sono alla tua portata. Non preoccupatati: non comprendono vestire in modo giovanile, digiunare o cantare ogni mattina prima della prima colazione. Fai alcuni semplici esercizi che aumenteranno la tua forza, resistenza, equilibrio e elasticità e ridurranno la probabilità di ammalarti. Puoi iniziare con dei semplici esercizi per l’equilibrio.

Alla prossima. Un abbraccio \o/ Fabio

Scrivi qua sotto un commento o quello che vorresti fosse trattato in questo blog, sarà mia consuetudine, risponderti in breve tempo.

CHI SONO

Sono Fabio Michieli, Business Coach Emozionale ,operatore olistisico e ricercatore di tecniche di “Libertà Emozionale”. Lavoro a Mandello del Lario ( Lecco) in uno studio di Naturopatia con la mia collega e compagna Simona Siviero. Teniamo conferenze e corsi per introdurre il maggior numero di persone alle nostre conoscenze. Offro la possibilità di liberarsi da tutte le “Seghe Mentali” che limitano la crescita personale e il raggiungimento dei propri obiettivi.

Per sempre giovane

Per sempre giovane

4 ever Young

Viviamo in un’era dove la tecnologia la fa da padrona, dove vige il potere del profitto ad ogni costo. Barattiamo il nostro tempo in cambio di quattro monete, ricordi il libro di Collodi “Pinocchio”, lui che viene raggirato dal Gatto e la Volpe? Diciamo che somiglia molto alla nostra realtà.
Capita anche a te di lavorare 10 ore al giorno per avere quattro soldi e, come diceva la canzone di Battisti, “ Al 21 del mese i nostri soldi erano già finiti”?
Ti è capitato di arrivare al sabato sera così stanco da non poter uscire e dopo il weekend trascorso a letto, il lunedì, ti alzi ancora più stanco?
Guardi la tua vita passata, pieno di rammarico e risentimento?
Senti che lo stress è diventato parte integrante della tua vita e ti senti un relitto?
Guardi quelli che vivono da Dio e ti chiedi il perché la vita è stata così parca con te?
Ti capisco, anch’io sono passato in quel periodo. Ricordo la difficoltà a relazionarmi con gli altri, ero come il criceto nella ruota, corri corri e sei sempre fermo. Siamo il frutto di programmazioni, che amorevolmente, la società ha deciso di darci.
Ti sei mai chiesto perché, quando devi prendere una decisione importante arriva sempre quella vocina che ti sussurra, “ ma cosa vuoi fare, non sei capace”, “ attento, non lasciare mai la strada vecchia per la nuova”, “ pochi, maledetti ma sicuri ”? E tutte le volte che potevi cambiare la tua vita , ti sentivi risucchiato indietro, come l’elastico del bungeejumping, e lasciavi perdere.
Hai avuto anche tu relazioni tenute in piedi per paura di prendere una decisione e la vocina che ti dice” dai, in fondo è brava” e così ti ritrovi a vivere una vita che non desideravi? Ho nuotato anch’io in questo mare di cacca e per questo ti capisco benissimo. Conosco a memoria tutte le seghe mentali che ti fai perché me le sono fatte anch’io e ho avuto opportunità che ho lasciato scappare. Ho vissuto la prima parte della mia vita come uno zombie, e come accade in tutte le fiabe, ho incontrato il mio mago Merlino che mi ha illuminato, da semplice scudiere a re, attraverso tanto lavoro su me stesso, sono riuscito anch’io a estrarre la mia Excalibur dalla roccia dove era conficcata e a riprendere contatto con il mio regno. La spada è la “consapevolezza” e quando la raggiungi capisci finalmente il perché sei su questa terra, il regno è tutta l’essenza.
Ti piacerebbe sciogliere quei ganci del passato che ti impediscono di prendere la decisioni giuste per te?
Vuoi finalmente ambire ad avere tutte le ricchezze che sono disponibili su questa terra?
Ti piacerebbe vivere la tua vita senza farti sempre una sfilza di seghe mentali e abbandonare definitivamente la cronicità del tuo stress, arrivando alla soglia dei cento anni in salute e ben-essere?
Sai quante persone di successo sono passate dalla tua stessa strada?
Louise L. Hay, che da poco ha attraversato il velo ,è passata attraverso una serie incredibile di maltrattamenti e abusi. E’ vissuta in povertà con pochissima autostima e tantissimi problemi eppure è divenuta una donna molto nota e in grado di aiutare gli altri. Ha scritto tanti libri sul cambiamento che sono diventati dei bestseller. Sai come è riuscita? Non vivendo più nel dolore e nella sofferenza, ha cambiato il suo modo di vivere con consapevolezza aiutandosi con affermazioni positive.
Lo stesso Antony Robbins, uno dei più grandi ed affermati trainer mondiali e riconosciuto anche come uno dei primi sei businessman americani, non è nato ricco, ma pur avendo attraversato un’infanzia difficile, ha cambiato rotta ed è diventato una grande guida.
Di storie così ce ne sono a bizzeffe. Credimi bisogna solo cambiare il modo di affrontare la vita. Io l’ho fatto e se c’è lo fatta io, puoi farcela tranquillamente anche tu. So che non è facile e ci saranno momenti in cui vorrai mollare e tornare indietro, nel mondo dove eri abituato a sguazzare, ma se seguirai i consigli che ho scritto per te in questo libro e se metterai tutto te stesso per fare questo cambiamento, ti prometto che troverai il paradiso in questa terra. Sei un essere divino e perciò puoi raggiungere tutti i risultati che vuoi. Non si ottengono risultati restando seduti sulla tua poltrona a guardare i notiziari e le pubblicità. Devi solo prendere questo impegno con te stesso, quella persona che incontri ogni mattina davanti allo specchio.
Ho scritto questo libro per mostrarti i cambiamenti che ho fatto io e come li ho ottenuti. Ho racchiuso in queste pagine, anni di lavoro frutto della mia esperienza come ricercatore del ben-essere. Per trovare il bandolo della matassa ho cozzato contro tanti spigoli, mi sono fatto male, ho fatto male, tu, grazie a queste pagine, hai la scorciatoia per vivere la vita che ti spetta di diritto. Sono felice di poter dare a te questo mio libro.
Adesso, bando alle ciance, come il centometrista, mettiti in ginocchio con le mani appoggiate per terra, senti le grida delle persone che ti amano e che ti incitano, guarda con sguardo sicuro il traguardo davanti a te e senti nel tuo corpo il piacere della vittoria.
Il colpo di pistola e via … inizia la corsa verso il tuo traguardo.
Namaste

CHI SONO

Sono Fabio Michieli, Business Coach Emozionale ,operatore olistisico e ricercatore di tecniche di “Libertà Emozionale”. Lavoro a Mandello del Lario ( Lecco) in uno studio di Naturopatia con la mia collega e compagna Simona Siviero. Teniamo conferenze e corsi per introdurre il maggior numero di persone alle nostre conoscenze. Offro la possibilità di liberarsi da tutte le “Seghe Mentali” che limitano la crescita personale e il raggiungimento dei propri obiettivi.